Stampa

I Distretti produttivi


Una delle caratteristiche salienti del modello veneto è rappresentata dai distretti industriali, ovvero di aree ristrette popolate da imprese che producono lo stesso bene.

 

La concentrazione geografica in una zona ben precisa ha consentito a queste imprese di godere di interessanti sinergie in termini di razionalizzazioni, ricerche e servizi.

Più che un agglomerato casuale di imprese piccole e medie, il distretto è una vera e propria formula di industrializzazione che si dimostra sempre più forte e vitale.

 

Far parte di un Distretto produttivo per un'azienda significa:

- far parte di una realtà riconosciuta e tutelata da parte della Regione, della CCIAA e degli Enti economici;

- cogliere opportunità che altrimenti non sarebbero possibili;

- beneficiare di interventi anche finanziari.

 

I Distretti veneti

Le vocazioni imprenditoriali di zona presenti sul territorio veneto sono numerose:

- nella zona di Verona sono concentrate le imprese specializzate nella lavorazione del marmo e nella produzione della relativa tecnologia;

- a Verona è concentrato il segmento dolciario specializzato nelle paste lievitate (pandoro, panettoni, colombe pasquali);

- nella Bassa Veronese (triangolo Bovolone-Cerea-Isola della Scala che sconfina nel Padovano) più di 400 aziende producono mobili d’arte;

- nella zona di Legnago si è sviluppato il settore della termomeccanica;

- nella Valle del Chiampo, nel Vicentino, sono concentrate le concerie, la cui produzione copre quasi la metà della produzione nazionale;

- l’area tra Vicenza e Bassano è caratterizzata dal settore dell’oreficeria, con più di 1.200 imprese che raggiungono i 3.100 milioni di Euro di fatturato l’anno (circa 3.200 milioni di US $);

- nella zona di Schio, Thiene e Valdagno vi è la storica presenza del settore tessile;

- tra le province di Vicenza e Padova, nella zona compresa tra Montegalda, Cervarese Santa Croce e Selvazzano hanno sede più di 300 aziende specializzate nella produzione di pellicce;

- lungo la Riviera del Brenta, tra Padova e Venezia, circa 1000 aziende producono più di 19 milioni di scarpe l’anno;

- la zona di Montebelluna e il territorio circostante sono noti per la produzione di scarpe e scarponi sportivi (circa 420 ditte). Il distretto produce più di 38 milioni di paia di scarpe all’anno;

- Belluno e il Cadore sono terra di occhiali e la loro leadership è conosciuta nel mondo intero;

- a Venezia si trovano infine le imprese produttrici dei famosi vetri di Murano.

 

"I distretti e i comparti produttivi della Provincia di Verona - 2008"

Il Servizio Studi e Ricerca della Camera di Commercio di Verona ha realizzato la pubblicazione allegata (contatti: Ufficio Studi e Ricerca - IV° piano - CCIAA di Verona - Tel. 045-8085855/854/725).

ATTACHMENTS TITLE
 pubbl_distretti.pdf[ ]504 Kb